La clausola dell'assistenza stradale è molto utile nel caso in cui il veicolo subisca un guasto, anche a causa di un incidente, lasciando il guidatore in panne. Infatti, grazie a questa clausola, si può usufruire di una tutela contro il rischio di rotture improvvise ed impreviste del veicolo, poiché dà diritto al recupero dell'auto guasta mediante carro attrezzi ed al trasporto fino al centro assistenza più vicino, il tutto in qualunque momento, 24 ore su 24. Alcune compagnie assicurative inseriscono la polizza assistenza stradale insieme alla RC auto, spesso senza far pagare un sovrapprezzo.

È bene precisare che, in alcuni casi, potrebbe essere presente una clausola che preveda una distanza minima tra il luogo in cui è avvenuto il guasto dell'auto e la residenza dell'assicurato al di sotto della quale, in caso di panne, l'assicurazione non è tenuta a rispondere. Ci sono clausole di assistenza stradale, però, che possono anche non prevedere tale distanza minima; è sempre bene informarsi su questo punto. Nel caso in cui la riparazione del veicolo richieda tempistiche piuttosto lunghe e l'assicurato si trovi lontano dalla propria dimora, la polizza di assistenza stradale può prevedere che la compagnia assicurativa si sobbarchi anche le spese per il pernottamento dell'assicurato in una struttura ricettiva. Sovente, anche in questo caso, vengono prestabilite tempistiche ben precise per l'intervento di riparazione e distanze minime tra il luogo in cui è avvenuto il guasto e la residenza dell'assicurato al di sotto delle quali la compagnia assicuratrice non è tenuta a pagare il pernottamento dell'assicurato.

In alcune casistiche, poi, è anche previsto che la compagnia si occupi di fornire all'assicurato un veicolo sostitutivo da utilizzare temporaneamente, in attesa che venga riparato il mezzo guasto. In taluni casi, poi, la compagnia assicuratrice propone l'installazione sull'autovettura assicurata di un dispositivo dotato delle tecnologie GPS e GSM che è in grado di rilevare i sinistri e segnalarli, automaticamente, ad una centrale operativa, la quale fa partire una chiamata con cui si mette in contatto con l'assicurato per fornire l'aiuto necessario, che può andare da delle semplici informazioni fino all'invio del carro attrezzi per il recupero del mezzo assicurato danneggiato. Nel caso in cui l'assicurato non risponda alla chiamata da parte della centrale operativa, può essere previsto che vengano fatti partire automaticamente i soccorsi, che sono in grado di giungere sul luogo del sinistro in modo autonomo, grazie alle indicazioni fornite dal dispositivo installato. Tutto ciò va a vantaggio della sicurezza personale.

Una clausola di questo tipo è fortemente consigliata a chi percorre molti kilometri in auto, ad esempio per lavoro, e, di conseguenza, non può permettersi di perdere tempo prezioso a causa di un guasto imprevedibile al proprio mezzo di trasporto; è altresì raccomandabile per chi abbia un'auto un po' datata, che, quindi, potrebbe guastarsi con maggiore facilità. Infine, la clausola di assistenza stradale in caso di guasto del veicolo è raccomandabile in quanto può permettere notevoli risparmi: a fronte di una spesa nell'ordine di qualche decina di euro al massimo (a meno che tale clausola non sia già stata inclusa insieme alla RC auto, in tal caso la spesa aggiuntiva è nulla) ci si tutela contro il rischio di dover sborsare cifre piuttosto elevate per far intervenire un carro attrezzi a rimorchiare l'auto, nel malaugurato caso di panne del mezzo di trasporto.

  Mappa del sito